STRUTTURE RESISTENTI AL FUOCO – Metodi di calcolo, tecnologie e procedure per una concreta sicurezza strutturale all’incendio – EPC Editore

Immagine libroStrutture Resistenti al Fuoco

Metodi di calcolo, tecnologie e procedure per una concreta sicurezza strutturale all’incendio

A cura di Pietro G. Gambarova, Alessandro P. Fantilli, Sergio Tattoni

EPC Editore

Pagine 502

Prezzo 48 euro

 

 

Strutture resistenti al fuoco

Il fuoco, sorgente di fiamme calore e fumo, e l ‘incendio, processo distruttivo più o meno generalizzato, rappresentano una delle condizioni di carico più insidiose che mettono a rischio la vita degli uomini, le loro opere e la natura stessa.

Ultima tra le discipline ad entrare nella progettazione degli edifici è la Scienza della protezione contro i danni dell’incendio o, più brevemente, la Prevenzione Incendi.

Essa parte dalle strategie per evitare l’innescarsi dell’incendio e continua con lo studio delle misure per mettere in salvo occupanti e soccorritori in caso di incendio e la sua ultima linea di difesa sta proprio nella protezione delle strutture dall’evento eccezionale dell’incendio.

In questo libro ci si occupa di questo ultimo livello nella lotta contro il fuoco a danno degli edifici e delle loro strutture portanti, che sempre più spesso presentano connubi di materiali che hanno comportamenti e reazioni al fuoco molto dissimili tra di loro. Un’ultima “linea del Piave” contro un evento che spesso è prodotto da scarsa osservanza di norme elementari di sicurezza, da comportamenti scorretti o addirittura da comportamenti criminali come nel caso dell’attacco alle Torri Gemelle di New York nel 2001. “Strutture Resistenti al Fuoco” tratta della sicurezza strutturale in presenza di incendio, e cioè dell’insieme delle operazioni che portano al dimensionamento di strutture nuove, alla verifica di quelle esistenti ed al controllo del complessivo comportamento strutturale in caso di incendio.

Il volume è frutto del lavoro di un gruppo di esperti, che ha deciso di dare una veste dignitosa e sistematica alle dispense ed alle diapositive preparate per i corsi ATE (Associazione Tecnologi dell’Edilizia) svolti in alcune regioni del nord Italia durante gli ultimi tre anni per gli Ingegneri ed Architetti esercitanti la loro professione nel campo della protezione dall’incendio, sia per ottemperare agli obblighi di legge imposti, sia per le necessità di aggiornamento professionale.

Dopo un inquadramento generale sul rischio di incendio e sull’evoluzione normativa, si introducono via via argomenti più specifici, dalla modellazione dell’incendio al rilascio di energia termica ed alla trasmissione del calore nelle strutture, dal comportamento ad alta temperatura dei materiali strutturali classici a quello dei materiali non strutturali, dalla risposta al fuoco delle strutture ai sistemi di protezione, dai principi dell’Ingegneria Forense alla disciplina ed alle responsabilità professionali.

La gran parte del volume è stata naturalmente dedicata alla progettazione strutturale, con l’ambizione di sollecitare il lettore a confrontarsi con il rischio incendio in tutti i suoi ambiti, non limitandosi al mero aspetto di regole più o meno prescrittive, ma introducendo concetti generali di natura prestazionale, come mostrano gli esempi svolti.

I vari capitoli si susseguono secondo un preciso schema logico, a partire dal Capitolo

1 dedicato a considerazioni generali sulla sicurezza strutturale al fuoco, e con cenni ai materiali strutturali ed ai comportamenti strutturali più comuni. Seguono l’inquadramento normativo (Capitolo 2), la trasmissione del calore a partire

dalla modellazione dell’incendio (Capitolo 3), e la modellazione del campo termico (Capitolo 4). L’esteso Capitolo 5 tratta del comportamento ad alta temperatura dei materiali strutturali più comuni (calcestruzzo, acciaio, legno e muratura), mentre la progettazione e/o la verifica al fuoco, con esempi applicativi, è demandata a singoli capitoli: 6, 7, 8, 9 e 10 rispettivamente per strutture in calcestruzzo, acciaio, composte acciaio-calcestruzzo, legno e muratura.

Infine, gli ultimi tre capitoli trattano argomenti diversi ma di assoluto rilievo, quali i sistemi di protezione (Capitolo 11), le basi dell’Ingegneria Forense (Capitolo 12), e gli aspetti disciplinari e procedurali della Professione di Esperto Anti-Incendio (Capitolo 13). Un breve capitolo (Capitolo 14) chiude il volume, che è completato da due Appendici, riguardanti la prima il comportamento ad alta temperatura dei conglomerati cementizi speciali, e la seconda il comportamento ad alta temperatura di vetro, leghe di alluminio, ghisa e resine polimeriche.

I vari capitoli, pur di diversa lunghezza, profondità, stile ed organizzazione, sono tutti autonomi, e corredati da un’ampia e utilissima bibliografia, fondamentale in qualsivoglia pubblicazione tecnico-scientifica, specie quando l’argomento è relativamente nuovo e quindi poco o per nulla normato, anche se più o meno estesamente trattato nella letteratura tecnico-scientifica.

Il testo, pur non avendo alcuna pretesa di originalità scientifica, offre un quadro organico del Calcolo delle Strutture Resistenti al Fuoco, con richiami teorici di base, applicazioni pratiche e sguardi al complesso e vasto mondo delle strutture. Esso occuperà senz’altro un posto di rilievo nel vasto mondo dei testi in italiano che trattano organicamente il problema, fornendo a professionisti, ricercatori, tecnici del settore, esperti degli enti di certificazione e stazioni appaltanti uno strumento agevole ed utile, nell’ottica dell’approccio prestazionale ormai largamente adottato dalla normativa europea e nazionale.

 

Gli autori sono: Marco Antonelli, Bortolo Balduzzi, Patrick Bamonte, Bernardino Chiaia, Erica Ciapini, Riccardo De Col, Giulio De Palma, Alessandro Fantilli, Roberto Felicetti,  Pietro  Gambarova, Marco Pio Lauriola, Francesco lo Monte, Roberto Modena, Emidio Nigro, Francesca Sciarretta, Georg Steiner, Sergio Tattoni

Il volume è stato curato da Pietro G. Gambarova con l’ausilio di Alessandro P. Fantilli e Sergio Tattoni.

 

(Riccardo De Col)