La nostra storia

Il CTA è nato nel 1966 su iniziativa di un gruppo di ingegneri provenienti dalla professione, da società di costruzioni metalliche e dall’università. Questi dall’interno di ACAI, Associazione dei Costruttori in Acciaio Italiani, nella quale già si coltivavano anche gli interessi culturali, e proprio per dare ad essi una chiara evidenza, decisero di creare il CTA, come organismo indipendente ed autonomo che, per lunghi anni, fu sostenuto dai maggiori soci di ACAI, Italsider in testa.

L’intento era di creare occasioni di confronto tecnico, di studio e approfondimento, e di diffusione della cultura dell’acciaio.

Il primo Presidente è stato l’ing. Franco Bianchi di Castelbarco, e il primo Congresso del CTA si è svolto a Pisa nel 1967, ed ha costituito la prima occasione di confronto tra i protagonisti delle Costruzioni Metalliche. Ad esso seguirono quelli di Maratea ed Alberobello, ed una lunga serie fino ad oggi.

L’ambiente, le iniziative, la comunità del CTA furono occasione di un buon supporto alla creazione delle prime normative tecniche sulle costruzioni in acciaio, che furono impostate in larga misura a Pisa, sotto la guida del prof. Letterio Donato, inizialmente  come raccomandazioni tecniche  e studi di riferimento, poi come normativa; in particolare fu creata la Norma CNR 10011-69, “Costruzioni in Acciaio: Istruzioni per il calcolo, l’esecuzione e la manutenzione”.

Ad esse seguirono istruzioni e norme  su argomenti specifici, ed in particolare le CNR:
– 10012, sulle Azioni
– 10018, sugli Appoggi
– 10022, sui profilati formati a freddo
– 10030, sulle Nervature delle anime di travi a parete piena
e varie altre

La disponibilità di una normativa ufficiale era una condizione indispensabile per l’utilizzo reale dell’acciaio nelle costruzioni.

Nei 50 anni di attività, il CTA ha organizzato 25 Congressi biennali, numerosi seminari, conferenze e iniziative per il confronto e lo scambio di idee tra tecnici e per la diffusione della cultura dell’acciaio.