ESOSCHELETRI TIPO DIAGRID per la riqualificazione degli edifici esistenti in ottica ciclo vita

Simone Labò, Chiara Passoni, Andrea Belleri, Alessandra Marini, Paolo Riva
Dipartimento di Ingegneria e Scienze Applicate, Università degli studi di Bergamo, Dalmine

Per perseguire il target di una società sostenibile è necessaria una profonda e sistematica riqualificazione del patrimonio edilizio esistente. Per questo motivo, nuove tecniche di riqualificazione devono essere investigate; tra le varie tecniche disponibili, in questo articolo l’attenzione è stata posta sulle strutture tipo diagrid, generalmente utilizzate come strutture portanti in edifici alti. Quando applicate come sistemi di rinforzo strutturale per edifici esistenti, le diagrid sono particolarmente adatte nella riqualificazione integrata (energia, architettura e struttura); possono essere assemblate interamente all’esterno dell’edificio (evitando la rilocazione degli abitanti) anche adottando un piano di riabilitazione incrementale e possono essere sviluppate in accordo ai principi del Life Cycle Thinking, ossia tenendo in considerazione in modo integrato i vari aspetti dell’edificio (costi economici, impatti ambientali, sicurezza…) durante tutto il ciclo di vita. In questo lavoro, è proposta l’applicazione delle diagrid come rinforzo strutturale di un edificio esistente ad estensione di quanto presentato al XXVII Congresso del Collegio dei Tecnici dell’Acciaio.

Leggi l’articolo intero su Costruzioni Metalliche n. 5/2019.