Seminario CTA-ATE: FACADE ENGINEERING

Seminario CTA-ATE: FACADE ENGINEERING

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
13/06/2018
14:00 - 18:00

Luogo
Politecnico di Milano
Piazza Leonardo da Vinci, 32 , 20133
Milano
MI

Tipologia

Documento di presentazione
LOCANDINA


E’ nata e va consolidandosi una nuova figura nel settore della progettazione: si parla del facades designer o, piu’ in generale, della facades engineering.
La facciata dell’edificio è da sempre l’angolo visuale rappresentativo per eccellenza dell’operato dell’architetto. Un tempo (ma ancora oggi in molti esempi) dalla facciata si voleva far pervenire il messaggio del Committente al suo pubblico, che doveva tradurre la funzione dell’edificio e di colui che lo doveva utilizzare.
Oggi, pur se la funzione primaria della facciata è ancora quella estetica che deve saper catturare lo sguardo e l’interesse della gente, si è di fronte ad un problema è molto esteso e complicato che coinvolge una pluralità di competenze.
Si parla globalmente di involucro e di parametri che devono sottostare a normative sempre più strette in tema di qualità della fruizione dell’ambiente e della sua sostenibilità.

Dice Paolo Rigone nella sua introduzione al tema dibattuto sul numero 3/2017 di Costruzioni Metalliche ed oggi ripreso ed ampliato in questo incontro: “È del tutto naturale che proprio l’involucro edilizio sia uno degli elementi costruttivi più attendibili e puntuali nel segnalare le nuove tendenze nel campo dell’architettura, indicando i cambiamenti che riguardano non solo gli aspetti compositivi, ma anche i materiali, i prodotti e le tecnologie impiegate. Il tema dell’involucro è senza dubbio connesso ad altri aspetti fortemente dibattuti oggigiorno nel campo dell’architettura e del costruire: l’altezza e la crescita verticale degli edifici, la loro efficienza energetica e sostenibilità in generale. Dunque, sempre più di involucro edilizio come filtro complesso, in grado di mediare, in modo più o meno attivo, tra le sollecitazioni esterne di natura dinamica e le esigenze interne di benessere igrotermico, acustico e ottico luminoso.
Ma per governare questa complessità crescente sono necessari nuovi strumenti normativi di controllo e
di indirizzo per la progettazione e la realizzazione. L’involucro è dunque un componente edilizio che necessita di una progettazione qualitativamente integrata alla quale devono fare riferimento competenze dell’architettura, dell’ingegneria edile, strutturale ed impiantistica. Questa “nuova” disciplina dell’architettura e dell’ingegneria prende il nome di ingegneria delle facciate o facade engineering”.

Continuando il discorso aperto sulla nostra rivista circa un anno fa, si propone questo incontro esperienziale dal quale potranno nascere spunti nuovi di approfondimento.