Padiglione 37. Il nuovo Padiglione con copertura mobile della Fiera di Bologna (Costruzioni Metalliche, n. 4/2022)

Prof. Ing. Massimo Majowiecki, Ing. Giuliano Aloisio, Ing. Giovanni Berti, Ing. Monica Mingozzi, Ing. Stefano Pinardi, Ing. Elisa Sammarco
MJW Structures, Casalecchio di Reno (Bologna)

Il nuovo Padiglione 37 spicca per il suo design moderno e funzionale e, allo stesso tempo, grazie alla tecnologia costruttiva utilizzata, si integra perfettamente con gli edifici esistenti del polo fieristico storico, pietre miliari nella storia dell’architettura fieristica internazionale.
Caratterizzato dalla totale assenza di appoggi intermedi, ma soprattutto dal sistema mobile di copertura, il Padiglione 37 diviene uno spazio polifunzionale duttile e innovativo con un’elevata permeabilità al piano terra. La luce naturale, filtrando dalle grandi pareti vetrate in policarbonato, rende piacevole la permanenza nel padiglione, permettendone l’utilizzo alle più diverse tipologie di eventi: dalle convention alle manifestazioni fieristiche o sportive.
Nonostante la tipologia strutturale sia quella dei padiglioni fieristici, in cui la forma è plasmata dalla struttura, nel Padiglione 37 le carpenterie metalliche della reticolare e i telai in tubi quadri degli edifici limitrofi divengono anche linguaggio architettonico. La scelta di lasciare a vista e valorizzare l’aspetto estetico dei profili e delle connessioni diviene in tal modo un filo conduttore tra tutti i corpi di fabbrica.

1 INTRODUZIONE
Il polo fieristico della città di Bologna, nato negli anni sessanta su progetto di Leonardo Benevolo, si sta sviluppando in linea con il masterplan, il quale mira alla riqualificazione e all’ampliamento del grande quartiere espositivo. La Fiera di Bologna si estende su un’area complessiva di 375.000 m2 e si compone di 20 padiglioni e 5 ingressi indipendenti.
Il padiglione 37, ultimato nel 2020, si inserisce a Sud-Est di questo contesto, compreso tra i padiglioni 25, 26, 35 e 32. L’edificio copre una superficie di circa 18.500 m2 con un’altezza massima di 23 m. La progettazione ne ha previsto la suddivisione in tre unità indipendenti: il Padiglione, il Corpo Est e la Mall (figura 1).
Il “Padiglione”, destinato ad ospitare principalmente esposizioni fieristiche, è una struttura monopiano di dimensioni in pianta 80,8×184,0 m e posto lungo l’asse Est-Ovest. In corrispondenza del fronte Est è collocato l’edificio denominato “Corpo Est”, che ospita diversi servizi e impianti afferenti al Padiglione stesso. L’edificio ha pianta rettangolare con dimensioni 80,4×16,0 m e altezza variabile, in quanto sono previsti, oltre alla copertura, due piani nei volumi laterali e un piano nel volume centrale. Lungo il fronte Ovest è invece collocato l’edificio denominato “Mall” adibito ad ingresso e ristoro dei flussi pedonali con copertura destinata a vano impianti; assume dimensioni in pianta di 80,4×28,0 m e altezza 13 m circa. […]

Leggi l’articolo completo su Costruzioni Metalliche, n. 4/2022.

Ritorna all’indice del numero.